Thursday, December 9, 2010

Campionato Io Ti Amo 1983 1984

Il campionato lo vince la Juventus di Boniek, Platini, e degli azzurri campioni del mondo. Boniek, polacco del Widzew Lódz, aveva eliminato ai rigori la Juve in Coppa Uefa nel 1980. Platini è una scelta personale dell'avvocato Agnelli. «Una persona che tutti vorrebbero come zio» lo ringrazia il francese. Le Roi Michel è il capocannoniere della stagione, segna 20 gol. A 19 gol si ferma il brasiliano Zico, approdato in Italia per vestire la maglia dell'ambiziosa Udinese. Zico fa coppia con il baffuto Causio, però gioca sei partite in meno di Platini per via di un infortunio a fine stagione. Lo chiamano il «Pelé bianco», è arrivato tra le proteste dei tifosi brasiliani del Flamengo che si erano visti portar via sotto il naso il loro campione. Pure la Federcal-cio italiana ha tentato di mettere i bastoni tra le ruote alla Zanussi Elettrodomestici di Pordenone che ci mette i quattrini, e investe nell'operazione la cifra record di 6 miliardi. La squadra friulana arriva nona. L'anno successivo la Zanussi viene venduta a una multinazionale svedese. Seconda in classifica arriva la Roma, che vive una delle più cocenti delusioni della sua storia perdendo ai rigori, nel suo stadio, la Coppa dei Campioni contro il Liverpool. L'ottavo re di Roma, Falcào, si rifiuta di battere il suo rigore. Bruno Conti e Oraziani sbagliano i loro tiri dal dischetto. La città giallorossa assiste attonita alla tragedia. La giunta di sinistra cade rovinosamente l'anno dopo. Brasiliani anche a Catania: Pedrinho e Luvanor fortemente voluti dal vulcanico presidente Massimino a fine stagione segnano 3 gol in due. La squadra siciliana retrocede immediatamente.

No comments:

Post a Comment

NO LINKS ALLOWED